Come funzionano i condizionatori portatili

Con l’arrivo della bella stagione il condizionatore diventa uno degli strumenti più acquistati ed utilizzati all’interno dell’ambiente domestico, ma esiste un’alternativa? Oggi scopriremo cosa sono i condizionatori portatili, come funzionano e se possono sostituire o meno i classici modelli fissi.

Come funzionano i condizionatori portatili

Condizionatori portatili: un’alternativa al condizionatore a muro

I condizionatori portatili rappresentano un’alternativa più ecologica e meno dispendiosa rispetto ai classici condizionatori a muro. Questi ultimi infatti devono necessariamente essere fissati in una stanza precisa e non consentono a chi li acquista di poter cambiare la posizione dello strumento quando lo si desidera o a seconda della necessità. I condizionatori portatili, al contrario, possono essere facilmente posizionati dove si preferisce senza incorrere in sforzi fisici eccessivi. Ma ora passiamo ad illustrare nel dettaglio come funzionano questi strumenti e quali sono i vantaggi effettivi rispetto ad un modello fisso.

Condizionatori portatili: caratteristiche e vantaggi

I condizionatori portatili presentano generalmente delle caratteristiche molto diverse rispetto ai modelli fissi. Essi si presentano più piccoli, più leggeri e di conseguenza più facili da trasportare. Sono inoltre più economici all’acquisto e consentono di risparmiare sui costi in bolletta in quanto il consumo energetico è notevolmente inferiore rispetto ad un condizionatore a muro. Tuttavia, essi si presentano spesso provvisti di tubo di scarico, il quale serve per incanalare l’aria calda e farla fuoriuscire dall’ambiente domestico.

La presenza del tubo obbliga infatti a posizionare il condizionatore in un luogo adatto, come il balcone o un davanzale, affinché l’aria calda venga distribuita esclusivamente all’esterno dell’abitazione. Questo potrebbe risultare un po’ scomodo, ma è bene precisare che esistono anche modelli che non comprendono il tubo ma che necessitano ugualmente di essere posti in punti strategici della propria casa. Tralasciando questo aspetto, i condizionatori portatili si rivelano molto più economici, meno dispendiosi, più facili da pulire e soprattutto consentono di rinfrescare diverse aree della casa senza consumare eccessivamente.

Quali sono gli svantaggi rispetto ad un condizionatore a muro?

Gli svantaggi concernenti l’utilizzo di un modello portatile non solo molti in quanto, come abbiamo visto, questo tipo di prodotto mira a risolvere tutti quegli aspetti non troppo vantaggiosi che caratterizzano i classici condizionatori. Oltre alla posizione strategica e alla presenza del tubo di emissione, i condizionatori portatili possono essere generalmente molto più rumorosi dei modelli fissi poiché il loro funzionamento è assimilabile a quello di un comune frigorifero con una differenza sostanziale in termini di potenza refrigerante.

In più, il problema del tubo può essere facilmente arginato grazie alla presenza di appositi fori, i quali possono essere già presenti nella struttura del modello o essere tranquillamente realizzati successivamente. Così facendo è possibile ovviare all’ingombro dato dalla presenza del tubo e consentire al condizionatore di funzionare ovunque lo si posizioni.