Pro e contro dei condizionatori portatili

Se state valutando l’acquisto di un condizionatore portatile, leggete attentamente questa guida. Nelle prossime righe infatti vi daremo tutti i suggerimenti utili per effettuare un acquisto consapevole, valutando in quali situazioni si sceglie questo tipo di modello, quali sono i pro e quali sono i contro.

Pro e contro dei condizionatori portatili

Condizionatore portatile: quando sceglierlo

Esistono almeno tre situazioni in cui la scelta di un condizionatore portatile non solo è suggerita, ma diventa quasi obbligatoria.
Vediamole:

  • in primo luogo quando so va in vacanza. Si immagini ad esempio un campeggiatore che vada in vacanza con la sua roulotte e voglia assicurarsi un ambiente fresco e senza umidità;
  • in secondo luogo la scelta di un condizionatore portatile si rivela utile in ufficio, se lo stesso non è dotato di un impianto di condizionamento adeguato a garantire delle condizioni buone per lavorare. Questo è vero soprattutto d’estate, quando alcuni uffici possono trasformarsi in veri e propri forni;
  • c’è infine un altro caso in cui è bene portare un condizionatore portatile in casa, ed è quello in cui si vive in affitto. Per motivi condominiali o per scelta del proprietario, se in casa non c’è un impianto di condizionamento, l’affittuario no potrà autonomamente effettuare dei lavori di installazione.

Condizionatori portatili: tutti i vantaggi

Veniamo adesso ai vantaggi, indiscussi, dei condizionatori portatili, che ne stanno decretando sempre più il grande successo. Come prima cosa, e come abbiamo visto nel paragrafo precedente, ci sono alcune situazioni che letteralmente richiedono l’uso di questi apparecchi. In secondo luogo, i condizionatori portatili, hanno un basso impatto in bolletta se paragonati a quelli fissi.

Da non sottovalutare poi la possibilità di rinfrescare solo certe aree della casa, come ad esempio la cucina se la si usa molto d’estate. Da questo deriva un altro vantaggio, che è quello di spostarlo a seconda degli usi. Di giorno si può rinfrescare la cucina, alla sera invece si potrà refrigerare la stanza da letto.

Condizionatori portatili: tutti i contro

Accanto ai vantaggi innegabili dei condizionatori portatili ci sono anche degli svantaggi che è sempre bene considerare prima di procedere all’acquisto.

Come prima cosa c’è il fatto che per poter limitare i consumi, è necessario acquistare un modello, e non sempre si trova, di classe energetica molto elevata, almeno A+, cosa che incide un po’ sul prezzo. La pulizia costante del dispositivo è poi un aspetto che per alcuni potrebbe rivelarsi una seccatura. Tuttavia la pulizia è fondamentale per due motivi:

  • innanzitutto per respirare aria pulita e non contaminata da residui che possono finire nel filtro;
  • in secondo luogo per non far lavorare eccessivamente il modello, che se sporco si sforzerà di più e quindi consumerà di pù.

Oltre al filtro, che andrebbe pulito almeno una volta alla settimana, è necessario svuotare ia vaschetta della condensa dell’acqua. Se viene prodotta molta acqua, questa è un’operazione che va svolta anche più volte al giorno. Con questi semplici consigli si potrà arrivare ad una scelta più oculata e consapevole.