Quanto consuma un condizionatore portatile ?

Se state pensando di acquistare un condizionatore portatile, questa è la guida che fa per voi. Esistono in commercio infatti molti modelli, ma naturalmente ad incidere sulla scelta è innanzitutto il costo dei consumi.

Quanto consuma un condizionatore portatile ?

Non c’è niente di peggio che rinfrescarsi in una torrida giornata estiva continuando a preoccuparsi di quando arriverà la bolletta della luce.
Leggete allora attentamente questi consigli per sapere come si calcola il consumo di un condizionatore portatile. quale può essere il consumo e come poter risparmiare grazie a qualche suggerimento utile.

Come si calcola il consumo di un condizionatore portatile

Il consumo di un condizionatore portatile, in quanto elettrodomestico alimentato a corrente, naturalmente dipende da quanto lo si usa.
Tuttavia ci sono alcuni parametri utili da tenere in considerazione per arrivare ad una stima precisa.

  • L’indice di consumo innanzitutto si esprime in BTU/h, cioè British Termic Unit, quindi unità termica per ora. Per una stanza di circa 25-30 metri quadri è necessario un modello di 9.000 BTU, che si trasforma in 900 Watt per ora;
  • in secondo luogo calcolate la classe energetica del modello, che dovrebbe essere almeno A per non incidere troppo sul consumo;
  • un altro valore che può incidere sui consumi è l’isolamento termico della stanza in cui verrà posizionato il condizionatore portatile. Se la stanza non è isolata bene, il condizionatore scatterà molte volte per portare di nuovo a temperatura l’abiente; al contrario se la stanza è isolata termicamente, basterà meno tempo per rinfrescarla.

Esempio pratico di consumo giornaliero di un condizionatore

Con questi dati alla mano proviamo a fare un esempio, di massima ma comunque molto realistico, di quanto si potrebbe effettivamente spendere in un mese con un condizionatore portatile. Immaginiamo di voler riscaldare una stanza di circa 25-30 metri quadrati.

Come abbiamo detto, per una refrigerazione efficace, servirà un modello da 9.000 BTU, cioè 900 Watt. Supponiamo che il costo Kw/h sia di 10 centesimi l’ora (questo dato, per eseguire un calcolo più preciso, potete desumerlo dalla vostra bolletta).

Tenendo acceso il condizionatore per 5 ore al giorno, spenderete 50 centesimi di euro al giorno. Moltiplicato per 30 giorni, il costo in bolletta potrebbe aggirarsi sui 15,00 euro.

Consigli utili per limitare i consumi dei condizionatori portatili

Valutate infine che esistono delle buone regole che vi permettono di limitare il consumo del vostro apparecchio:

  • scegliete una classe energetica alta;
  • isolate la stanza in cui ponete il condizionatore
  • cambiate tariffa se il vostro gestore attuale applica dei costi esagerati;
  • acquistate un modello di nuova generazione per sostituirne uno obsoleto usufruendo così delle detrazioni fiscali;
  • usate spesso la funzione ‘deumidificatore’ per limitare il consumo e refrigerare comunque l’aria;
  • non aprite le finestre nelle ore calde per non far scattare spesso il modello;
  • pulite frequentemente i filtri e svuotate le vaschette della condensa per non far lavorare eccessivamente il condizionatore;
  • impostate una temperatura corretta, che non sia inferiore a quella esterna più di 5-6 gradi.

Con questi consigli farete bene all’ambiente.