Bonus Condizionatori 2020: come ottenere il Bonus Fiscale

Con l’avvicendarsi della stagione invernale ed estiva si fa fitto un desiderio quello di trovare calore o refrigerio all’interno delle proprie abitazioni per riprendersi dalle fredde giornate invernali o calde temperature estive, tuttavia, munirsi di un sistema di condizionatori comporta un onere che non tutti hanno la possibilità di affrontare. Con l’obiettivo di venir incontro alle esigenze del cittadino, l’attuale Legge Bilancio ha emesso una normativa in favore dei contribuenti, sulla scorta dei passati provvedimenti, per cui sono previste agevolazioni e detrazioni per chi acquista condizionatori grazie al “bonus condizionatori 2020”. A seguire nel dettaglio un quadro informativo del bonus condizionatori 2020, cosa prevede e come richiederlo.

Bonus Condizionatori 2020

Bonus condizionatori 2020: cosa prevede

Il Bonus condizionatori ha lo scopo di permettere ai cittadini di poter acquistare elettrodomestici nuovi a basso consumo energetico e di conseguenza con un minor impatto ambientale, usufruendo di agevolazioni e detrazioni fiscali.

Si parla di politica dell’Ecobonus, sorta per far fronte al problema dell’inquinamento dell’ecosistema. La detrazione per l’acquisto dei condizionatori è stata usualmente, negli ultimi anni, abbinata all’Irpef, era prevista in una detrazione equivalente al 50/65% del valore totale della somma da versare al Fisco, rateizzata per un periodo decennale.

Con la Legge di Bilancio 2020 diventa ancora più vantaggioso usufruire del bonus, in quanto la detrazione del 50/65% non è scalata dalle tasse bensì direttamente dal prezzo di acquisto dei condizionatori. Una scelta per incentivare l’eco-sostenibilità e consentire a chi non ha il contante di dover anticipare spese detraibili solo in seguito e per giunta entro un periodo decennale.
Il bonus non si estende a tutti i condizionatori a prescindere ma solo a a quelli che abbiano un sistema a “pompe di calore” ed appartengano a sistemi ad efficienza energetica cole la classe “A++++”.

Bonus condizionatori 2020: chi può presentare la domanda

La domanda può essere presentata da qualsiasi cittadino, con una situazione fiscale regolare sia che voglia abbracciare la politica di “riqualificazione energetica”, alla base della politica dei bonus 2020. Il bonus viene elargito sia che vi sia una ristrutturazione in corso che in assenza sia in combinazione con l’acquisto di un nuovo mobilio.

Come si è appena detto, al fine di poter godere delle agevolazioni non è vincolante che via sia in gioco una ristrutturazione in virtù della presenza dell’Ecobonus, che consente a cittadini privati e commercianti di avvalersi dei bonus fiscali per la “riqualificazione energetica”. Condizione necessaria per cui si possa usufruire del Bonus condizionatori è la tranciabilità delle operazioni di acquisto.

Il Bonus viene erogato solo dietro presentazione di apposita documentazione, è necessario che l’acquisto, se effettuato dietro pagamento diretto venga certificato con fattura e che a seguito di bonifico o accredito postale siano stati inseriti come causale di riferimento alcuni dati personali e sensibili quali: “codice fiscale, patita IVA, nominativo del rivenditore”. Altresì nel caso l’acquisto avvenga mediante finanziaria o prestito, chi desidera usufruire del bonus dovrà allegare alla richiesta la documentazione del prestito al fine di dimostrarne l’acquisto.

L’agevolazione copre solo ed esclusivamente il valore sul mercato del condizionatore a cui si aggiungono le spese di istallazione del macchinario per cui è richiesta la presenza di un specialista del settore al fine del corretto montaggio dell’apparecchio.